Un progetto Ambizioso

Assistiamo con stupefacente gratitudine alla provvidenziale crescita e al radicamento dell'Istituto in terra d'Africa: evidentemente si tratta di una forma vocazionale particolarmente adatta alle attese e alle urgenze delle giovani chiese africane e del loro clero. Siamo felici di rendere il servizio del carisma del nostro Istituto per l'edificazione del Regno di Dio in quella parte del mondo.

La povertà economica dei fratelli africani ha richiesto fino ad oggi che l'Istituto si facesse carico di finanziare la loro formazione alla vita consacrata secolare. Ma appare evidente che ciò non può durare per sempre, non tanto per l'onere che rappresenta per lo scarno bilancio economico dell'Istituto, quanto per una questione ideale: i poveri non vanno soltanto soccorsi, ma occorre metterli in condizione di procurarsi da sé i mezzi di cui hanno bisogno, liberandoli dalla soggezione di una dipendenza che non promuove la loro dignità.

Per questa ragione il Consiglio ha ritenuto utile realizzare una casa di spiritualità in Burundi, che permetta ai fratelli di quella regione (Burundi, Rwanda, Rep. Democratica del Congo) di avere un punto di riferimento per i loro incontri formativi, contenendo le spese che ora affrontano dovendosi avvalere di altre strutture.

Allo stesso tempo la casa costruenda potrà essere messa a servizio della Chiesa locale, promuovendo in tal mondo lo spirito della cooperazione missionaria tra le chiese.

In terzo luogo, considerata la carenza nel territorio di strutture ricettive, la casa potrebbe accogliere convegni e incontri organizzati da altre realtà, realizzando in tal modo degli introiti finanziari, che potrebbero tornare utili alla vita dell'Istituto non solo nel Burundi e Stati limitrofi, ma anche come sostegno per i fratelli della Guinea e delle altre parti dell'Africa in cui l'Istituto si diffonderà. Come dire: sarà l'Africa a sostenere le necessità dei gruppi africani.

Si tratta di un progetto ambizioso, che non é in contrasto con la scelta secolare dell'Istituto, che non ha opere proprie. Infatti non si tratta di un'opera nostra, ma di una struttura funzionale agli scopi dell'Istituto, al pari della sede-archivio di Roma. Se un giorno non dovesse più servirci, non pensiamo sicuramente di lucrarci sopra, ma la cederemmo in dono alla Chiesa locale. Si tratta tuttavia di un progetto che non potremo affrontare con le nostre esigue risorse ordinarie.

Crediamo nella Provvidenza, ma intanto facciamo appello a tutti coloro che possono, perché donino allo scopo quello che il cuore suggerirà loro. Abbiamo già acquistato il suolo, una collina di oltre due ettari, a Kimina nei pressi di Bujumbura, grazie alla generosità di tre nostri fratelli.

Si tratta di una zona in rapida espansione, dal momento che è già in atto la costruzione di una nuova grande chiesa parrocchiale e di un complesso di strutture scolastiche. Rispetto a queste nuove realizzazioni la nostra casa resterebbe abbastanza appartata in modo da servire meglio ad un ambiente di sereno raccoglimento. Resta ancora da acquistare un collegamento carrabile con la via pubblica. Stiamo progettando, con l'aiuto di amici, la struttura da realizzare, che abbiamo pensato in forma modulare, in modo da costruirla un po' per volta partendo dai servizi comuni essenziali, e vorremmo che fosse autosufficiente almeno per quanto riguarda l'acqua e l'energia, che in Africa non sono garantite a tutti, per tutto il giorno e per tutti i giorni dell'anno. Abbiamo illustrato il nostro progetto al Nunzio apostolico, all'Arcivescovo di Bujumbura e al Vescovo di Bubanza, ottenendo plauso e incoraggiamento: di una struttura di tal genere si avverte il bisogno nel Paese. Chi vorrà fare una donazione può inviare un bonifico servendosi dell'IBAN dell’Istituto e avendo cura di specificare che si tratta di un obolo per la casa in Burundi.

Ringrazio fin d'ora chi vorrà partecipare all'opera iniziata, che per tante circostanze appare veramente ispirata dalla Provvidenza.

IL PROGETTO COMPLETO

LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

ISTRUZIONI SU COME DONARE

MODULO PRE COMPILATO

Guarda Planimetria KIMINA

Guarda Progetto della CHIESA

Guarda tutte le FOTO


Veduta della Collina acquistata


Veduta panoramica dalla collina: lago Tanganica, montagne di Uvira (Rep. Dem Congo) è città di Bujumbura